Gran Turismo 7: PS4 sarà determinante, secondo Yamauchi

In una recente intervista, il boss di Polyphony Digital, Kazunory Yamauchi, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito al futuro capitolo della serie, Gran Turismo 7.

Realizzare un Gran Turismo su PS3 è stato davvero molto difficile. Ma l’alta qualità dei dati che possiamo gestire con Play Station 4 farà davvero la differenza.

Io e il mio staff abbiamo una chiara visione in mente: con Gran Turismo 7 vogliamo realizzare tutto ciò che non ci è stato possibile fare con GT6.
GT7 sarà un vero Gran Turismo, un gioco molto legato all’epoca in cui viviamo, nel 2015 o 2016.

Oltre ad aver menzionato un possibile periodo di rilascio del gioco, dalle parole di Yamauchi traspare tutta la voglia di portare la sua creatura ai fasti di un tempo, ovvero creare un Gran Turismo completo e convincente sotto ogni punto di vista. Cosa che evidentemente, con la scorsa generazione, non è riuscito a fare.

Ciò che ci preoccupa invece è che lo sviluppo di tutte le grandi feature annunciate per GT6, come l’Online Community, il Course Maker e il Sound Engine (anche se su quest’ultimo aspetto ha già puntualizzato che verrà rilasciato solo un update, e il vero nuovo motore verrà realizzato solo sul nuovo capitolo), vengano dirottate sul progetto di Gran Turismo 7.

Dalle dichiarazioni rilasciate fin’ora non è stato detto niente di tutto questo, ma questo presentimento sembra prendere forma mese dopo mese. Gli annunci sono stati fatti molti mesi fa, Gran Turismo 7 si avvicina sempre più (ovviamente si parla di almeno 1 anno / anno e mezzo, se non di più), e l’attuale capitolo diventa sempre più “datato” (cronologicamente parlando). Questo potrebbe spingere gli sviluppatori a tenersi i fuochi d’artificio per il capitolo next gen piuttosto che utilizzarli sull’attuale.

Speranzoso di essere smentito, il più presto possibile!

GT6 Forum Gran Turismo 6 ForumGT6 Forum Gran Turismo 6 Forum

Gran Turismo 6: come sarà? Ricapitoliamo

Salve drivers!
Ormai mancano poco meno di tre settimane al rilascio di questo attesissimo sesto capitolo di Gran Turismo.
Di novità ce ne sono state parecchie dal famoso 15 Maggio in cui sono stati presentati i primi dettagli su Gran Turismo 6 e queste stesse sono state rilasciate in varie occasioni nel corso di questi sei mesi di attesa.
Per una persona che non segue quotidianamente siti specifici di informazione su GT potrebbe essere molto difficile riuscire a capire davvero cosa sarà e cosa conterrà questo GT6, e quindi l’intento di questo articolo è quello di dare una panoramica generale su tutto ciò che è stato rivelato fino adesso sul nuovo simulatore targato Poliphony.

  • AUTO

Un simulatore di guida non sarebbe tale senza nessuna auto.
Allo stesso modo un Gran Turismo non sarebbe tale senza una quantità epocale di auto.
Infatti GT6 avrà quasi 1200 auto da strigliare al limite, tra cui le redivive standard, che adesso non avranno più differenze con le auto premium, eccezion fatta per la famosa visuale interna “semplificata”
Ma sarà davvero così? Veramente i ragazzi di Poliphony Digital sono riusciti a portare tutte le 800 e più standard a un livello premium senza carenze di sorta?
Negli ultimi trailer possiamo apprezzare di sfuggita qualche standard in azione, ma per il momento la situazione è ancora poco chiara…

Le innumerevoli standard saranno davvero all’altezza delle premium? Quest’immagine ci fa ben sperare…

Passando alle novità, sono state introdotte circa 120 vetture, tra cui possiamo apprezzare i bolidi della categoria GT3, ben tre mostri sacri della Pikes Peak che andranno a fare “compagnia” alla leggendaria Escudo, innumerevoli muscle cars come la Shelby Cobra Daytona, hypercars del calibro di Ferrari FXX e Pagani Huayra, auto sfiziose come le due Abarth 500 e Grande Punto o l’Alfa Romeo MiTo e modelli innovativi come Fisker Karma e Tesla Model S.
Un buon bilanciamento tra l’elemento nostalgico e l’innovatività.
Inoltre una novità molto apprezzata è stata quella delle auto “premiumizzate”: ossia auto che nei precedenti capitoli erano full standard adesso saranno totalmente premium, incluso anche l’abitacolo dall’interno.
Per il momento le auto premiumizzate sono:
– Alpine A110 1600S ’72
– Bentley EXP Speed 8 ’03
– Bugatti Veyron 16.4 ’13
– Cizeta V16T ’94
– Lamborghini Countach 25th Anniversary ’88
– Lamborghini Countach LP400 ’74
– Lancia STRATOS ’73
– Lotus Europa Special ’72
– Shelby GT350 ’65

Caso a parte è quello della Nissan Deltawing che, presentata molto dettagliatamente nei vari trailer nonché sul sito ufficiale in questi sei mesi, è sparita misteriosamente il 4 novembre non solo dalla lista auto, ma anche dal sito ufficiale Gran Turismo.
Voci di corridoio dicono che la rimozione di questa peculiare auto sia dovuta ad un avvicendamento di diritti sul telaio dell’auto, detenuto da Panoz, che, per consentire all’auto di essere inserita nel gioco, vorrebbe un’ ingente somma di denaro.
Al momento non si sa più nulla sulla fine che farà la Nissan Deltawing…

Probabilmente i giocatori che hanno potuto pilotarla nei vari stand delle conferenze si sentiranno molto fortunati…

  • VISION GRAN TURISMO

In occasione del quindicesimo anniversario della serie, Kazunori Yamauchi ha voluto includere varie case automobilistiche in un progetto ambizioso: realizzare la loro idea di “Gran Turismo”.
Il nome del videogioco infatti fa riferimento a un’auto sportiva a 2 porte, conosciuta come Grand Touring nel mondo delle gare.
Le auto saranno incluse tramite DLC gratuiti nel gioco, in modo tale che tutti i giocatori del mondo possano apprezzare la “visione di Gran Turismo” secondo le più grandi aziende automobilistiche.
L’elenco dei marchi impegnati in questo progetto, secondo il sito ufficiale, è questo:

– Alfa Romeo
– Alpine
– Aston Martin
– Audi
– BERTONE
– BMW
– GM Design
– Honda
– Infiniti
– Italdesign
– Jordan
Mercedes-Benz AMG (la cui auto è già stata rivelata)
– Nike
– Nissan
– Peugeot
– SRT
– Volkswagen
– ZAGATO

Inoltre nel trailer in versione giapponese del concept movie #4 viene mostrato molto chiaramente il marchio Lexus insieme agli altri appena elencati. Oltre a questo cameo non non ci sono altre informazioni riguardo alla partecipazione di Lexus nel progetto vision GT.

Infine, come affermato ripetutamente, in futuro ci saranno vari DLC contenenti auto che si andranno ad aggiungere nel concessionario volta per volta.

Questa è la lista completa delle auto al lancio del gioco (quindi escludendo le auto del Vision GT e i DLC futuri)
Lista Auto Ufficiale

  • CIRCUITI

Le location per questo capitolo sono aumentate a 37 con 100 layout diversi.
Le località di Gran Turismo 5 sono state tutte confermate in GT6, eccezion fatta per il Top Gear Test Track.
Tra le novità più interessanti spiccano tra tutte il Mount Panorama, Silverstone e Brands Hatch, tre templi leggendari della corsa.
Ma possiamo trovare anche altre località reali come Willow Springs, la Goodwood Hill climb e l’Ascari Racing resort, mentre Matterhorn è un ottima aggiunta per i circuiti cosiddetti originali insieme alla Gran Turismo Arena, uno stadio multitasking in cui avranno luogo varie prove patenti e pause caffè (un po’ come il Driving Park di GT4)
Infine è ben gradito il ritorno di Apricot Hill, che era apparso l’ultima volta sul quarto capitolo.
La transizione giorno/notte sarà confermata sui tracciati in cui era già presente, aggiunta in alcune location pre-esistenti (Spa Francorchamps, Daytona, Apricot Hill) e sarà presente su alcuni nuovi tracciati come il Mount Panorama e Matterhorn.

Ecco la lista completa delle località con annesse opzioni meteo e/o orario (redatta gentilmente dal nostro Sardman58):

-Circuiti del mondo-
Ascari Racing Resort / Meteo variabile / Orario variabile
Autodromo Nazionale Monza / Meteo variabile
Brands Hatch / Meteo variabile / Orario variabile
Circuit de la Sarthe / Meteo variabile / Orario variabile
Circuit de Spa-Francorchamps / Meteo variabile / Orario variabile
Daytona International Speedway / Meteo variabile / Orario variabile
Fuji Speedway
Goodwood Hillclimb / Meteo variabile / Orario variabile
Indianapolis Motor Speedway
Mazda Laguna Seca Raceway
Mount Panorama Motor Racing Circuit / Meteo variabile / Orario variabile
Nürburgring / Meteo variabile / Orario variabile
Silverstone / Meteo variabile / Orario variabile
Suzuka Circuit / Meteo variabile
Tsukuba Circuit / Meteo variabile
Twin Ring Motegi / Meteo variabile / Orario variabile
Willow Springs International Raceway / Meteo variabile / Orario variabile

-Circuiti originali-
Apricot Hill Raceway / Meteo variabile / Orario variabile
Autumn Ring / Meteo variabile / Orario variabile
Cape Ring
Deep Forest Raceway
Eiger Nordwand corto / Meteo variabile
Gran Turismo Arena / Orario variabile
Grand Valley Speedway
High Speed Ring / Meteo variabile
Kart Space I/II
Matterhorn / Meteo variabile / Orario variabile
Special Stage Route X / Orario variabile
Trial Mountain Circuit

-Circuiti cittadini-
Circuito de Madrid
Circuito di Roma
Côte d’Azur
London
Special Stage Route 5
Special Stage Route 7 / Meteo variabile
Tokyo R246

-Sterrato e neve-
Eiger Nordwand
Toscana / Orario variabile
Chamonix / Meteo variabile

Per il momento la lista non è ancora stata confermata come definitiva, e anche secondo noi non lo è del tutto, visto che PD aveva confermato “un paio località australiane top secret” al lancio del gioco (mentre per il momento abbiamo solo il Bathurst) e in un trailer di qualche tempo fa basato sull’Acura NSX Concept si è visto il circuito di Seattle, presente in GT4.
Ma ormai manca solo qualche giorno al lancio del gioco, quindi dovremmo aspettarci o qualche news in extremis (magari al Tokyo Motor Show che si svolgerà a fine novembre) o qualche DLC in futuro.

Speriamo che Poliphony Digital ci stupisca con questo atteso ritorno…

  • GIOCO

Il gioco in sé vuole discostarsi molto dal flop costituito dal quinto capitolo.
Fin dalla schermata iniziale, Casa Mia, l’interfaccia utente è stata rielaborata e perfezionata, consentendo un accesso facile e immediato a tutte le funzioni. Il tempo necessario per spostarsi da una schermata all’altra è stato considerevolmente ridotto rispetto a GT5.
La modalità arcade sembra non aver subito grandi modifiche, mentre per quanto riguarda la modalità carriera, si è voluto cambiare completamente stile rispetto al precedente capitolo: infatti l’avanzamento nella carriera non si baserà più sui punti esperienza e sui livelli, ma su un nuovo sistema che consente al giocatore di progredire accumulando un determinato numero di stelle, avanzando nel gioco in base all’abilità effettiva del pilota. Sul sito ufficiale Gran Turismo vi è inoltre presente questa dicitura: “saranno inoltre presenti eventi che ricreano le emozioni delle gare endurance in un periodo di tempo più contenuto.” Ciò significa che dovremmo dire addio alle endurance di 24 ore effettive? Dopo tanta fatica per implementare un sistema di salvataggio ogni qual volta ci si fermasse ai box? Vedremo.
Inoltre la nuova modalità carriera presenta il gradito ritorno della Pausa Caffè, prove speciali simpatiche ma abbastanza ardue introdotte in GT4.
Tra gli eventi speciali possiamo apprezzare una serie di prove basate sul Goodwood Festival of speed.

Con i crediti che otterremo potremo acquistare e soprattutto personalizzare ancora di più le auto del gioco: infatti sono stati introdotti numerose parti aerodinamiche, nuovi alettoni e cerchi sempre disponibili nell’inossidabile GT Auto.
Qui, oltre a poter installare elementi aerodinamici e a tunare le nostre auto con parti meccaniche, ci sarà una nuova sezione, la sosta ai box, che raggruppa autolavaggio, cambio olio e soprattutto, il “repair body”, non da confondere con il ripristino rigidità carrozzeria: a quanto pare infatti, quando danneggeremo la nostra auto in gara i danni estetici rimarranno presenti fino a quando non li ripareremo con questa funzione.
Inoltre sarà disponibile un negozio di tute da corsa.

  • SIMULAZIONE E TECNOLOGIA

Nel reparto simulazione si sono fatti ancora ulteriori passi avanti per avvicinare Gran Turismo alla realtà: il modello aerodinamico è stato rinnovato, il modello degli pneumatici è stato perfezionato grazie alla collaborazione con Yokohama, mentre un analoga collaborazione con KW Automotive ha permesso a Polophony Digital di perfezionare il comportamento delle sospensioni delle auto nel gioco.
Inoltre per il comparto tecnico sarà presente una funzione inedita: la tassellazione adattiva, una nuova tecnologia in termini di modellazione 3D. La tassellatura consiste nello scomporre un poligono in più forme geometriche. Nella tassellatura adattiva i poligoni si dividono automaticamente e diventano più piccoli a seconda della distanza e della posizione dalla quale si osserva un certo oggetto. Ciò rende possibile mantenere una qualità molto elevata per la grafica sia da vicino che da lontano.
Una cosa del genere è sbalorditiva visto che il gioco sarà rilasciato su un hardware di 6 anni fa. Tutto questo dimostra l’abilità di Poliphony Digital nello spremere a fondo le risorse della console di terza generazione di casa Sony.

Novità interessantissima è il GPS Data Visualizer, un sistema di rilevamento GPS che permette di registrare, su un circuito presente nel gioco, i propri tempi a bordo di un auto reale, per poi trasferirli in-game su un replay fantasma. Questa funzione però al momento è disponibile solo in Giappone, ma molto presto questa applicazione verrà estesa a tutto il mondo attraverso un aggiornamento.

Anche il rinnovato e ampio Course Maker disporrà di un sistema di tracciatura GPS, che consentirà di registrare percorsi e strade precise attraverso un’app scaricabile per dispositivi android e, in seguito, trasferire il percorso nell’Editor Tracciati. Anche questa funzione sarà aggiunta tramite patch.

  • ONLINE

Ultimo, ma non certamente per importanza, sarà il reparto online, che vedrà molti ritocchi qua e là:
Ci sarà la possibilità di creare le proprie comunità: I giocatori potranno creare i propri club, comunicare tra di loro grazie ai forum e organizzare eventi di gara per i propri compagni. Sarà possibile dare vita a un club privato oppure a uno pubblico, aperto a tutti.
Mentre i casual gamers potranno scatenarsi nella modalità Partita veloce (con una funzionalità molto simile a quanto si vede in alcuni FPS games, con stanza, host e avversari casuali), i piloti più appassionati avranno alcune nuove funzioni nella Lobby Pubblica, come programmare un evento in più fasi (prove libere, qualifiche e gara), scegliere tra più categorie di auto predefinite, e programmare più di un evento in successione.

Infine saranno ancora presenti i famosi eventi stagionali su cui i migliori giocatori del mondo potranno darsi battaglia a suon di traversi e giri veloci

E questo è tutto quello che sappiamo su GT6 fino ad ora. Adesso non ci resta che aspettare in trepidazione questo sesto capitolo, in attesa di avere tra le mani una sottile scatoletta di plastica contenente un nuovo capitolo del nostro “Drive of our life”.
Gentlemen, start your engines!!!

Iscriviti al nostro Forum se vuoi partecipare ai nostri eventi online, chiedere consigli sul gioco, sul setup, e molto altro!

Seguici su Facebook e Twitter, e se ti è piaciuto l’articolo, condividilo!